Montesilvano: sedie a rotelle e volontari per anziani e disabili.
::.. ARTICOLO
Anmic Pescara

Articolo pubblicato il 02-11-2018

Montesilvano: sedie a rotelle e volontari per anziani e disabili.

Sedie a rotelle a disposizione dei disabili, aiuole fiorite, viali puliti e illuminati, stradine di brecciolino per evitare terra e fango. Il Comune di Montesilvano si prepara a celebrare i propri defunti con tutto il rispetto che meritano e con un cimitero sistemato in ogni dettaglio. In vista del 2 novembre, sono diversi gli interventi messi in atto dall’amministrazione comunale per consentire ai residenti, e a quanti approfitteranno del ponte per venire a Montesilvano, di far visita ai propri cari senza alcun disagio. A cominciare dal servizio per disabili e anziani che potranno contare su sei carrozzine e sulla preziosa assistenza di 20 volontari del comitato di Penne della Croce rossa italiana, presieduto da Gianni Taucci.

«Commemorare i defunti è un segno di civiltà in ogni cultura», evidenzia l’assessore alle Politiche per la disabilità, Ottavio De Martinis, «è nostro dovere, dunque, mettere nelle migliori condizioni tutti quelli che in questi giorni andranno al cimitero a rendere omaggio ai propri cari. Il nostro ufficio Disabili e i Servizi cimiteriali, come sempre, hanno allestito una iniziativa di supporto a chi ha difficoltà a muoversi, disabili, anziani e tutti coloro che non ce la fanno a muoversi facilmente».

Le sedie a rotelle saranno a disposizione da oggi a sabato negli orari di apertura del cimitero: dalle 8 alle 17,45 fino a domani e dalle 8 alle 16,45 dal 2 novembre. In vista della ricorrenza, l’amministrazione ha poi completato l’impianto di illuminazione nelle aree dei nuovi loculi, sistemato l’ingresso del cimitero e alcuni campi di inumazione. Era in quest’ultima sezione che nei mesi scorsi molti residenti, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle e il consigliere Lino Ruggero, avevano segnalato la difficoltà nel raggiungere le sepolture per via del fango e di alcuni ostacoli. Grazie alla realizzazione di vialetti di brecciolina, il problema è stato risolto, così come appare recintata a dovere l’area di cantiere.

Fino al 5 novembre, inoltre, l’area antistante il cimitero sarà riservata alla vendita di fiori da parte di operatori commerciali ambulanti. Ed è proprio quest’ultima iniziativa che ha mandato su tutte le furie Vincenzo Donnarumma, titolare del negozio di piante e fiori di via Costa, che affaccia sulla rotonda di via Chiarini. «Ho questa attività da quasi 20 anni. Lavoro e pago le tasse dodici mesi all’anno e negli unici giorni in cui c’è più movimento devo fare spazio agli ambulanti che si piazzano proprio sul cancello, e non espongono neanche i prezzi», commenta. «Pago oltre 2mila euro di affitto e ho tutti i dipendenti regolarmente assunti. Conferisco il verde direttamente in discarica pagando circa 4mila euro l’anno, e mi arrivano anche 5mila euro di spazzatura perché quelli che oggi per me sono magazzini, vengono considerati dal Comune ancora come aree commerciali. Per non parlare dello svincolo su via Chiarini che ha eliminato il parcheggio davanti al cimitero spingendo tutte le macchine nella parte posteriore. E come se non bastasse, gli ambulanti si mettono proprio di fronte alla mia attività. Per questo sono stato costretto quest’anno a chiedere due licenze per vendere anche io lì davanti, ma lo trovo deprimente. Non me la prendo con chi viene a vendere», chiosa, «ma con il Comune che non tutela i propri commercianti».



Fonte: Il Centro

31.10.2018

  Condividi